News


Riseria Rizzotti, separatore paddy e sbiancatrice Amburgo

Riso Rizzotti ha scelto di seguire solo la produzione, ma anche la lavorazione del riso, occupandosi direttamente delle varie fasi del ciclo produttivo. 

Lavorare il riso in cascina significa ottenere un prodotto di prima qualità, monitorando in prima persona tutti i processi e raggiungendo risultati sempre più interessanti. Il riso, che a questo punto è ancora chiamato risone, viene essiccato e conservato all’interno dei silos, dove si separano le diverse varietà. In base alle caratteristiche del prodotto finito, la materia prima subisce un differente processo di lavorazione; in tal modo, è possibile produrre riso integrale, riso semintegrale e riso bianco. Una volta estratti dai silos, i chicchi sono sbramati e sbiancati: questi processi consentono di eliminare le impurità e di separare i chicchi maturi da quelli che non ancora maturi. 

Sbiancatrice AmburgoA questo scopo viene impiegato il Paddy, un macchinario risalente al 1907 e in grado di distinguere in maniera efficace il risone e il riso sbramato. Separando la lavorazione tradizionale da quella con sbiancatrice Amburgo, si preserva ulteriormente la qualità del prodotto: il metodo tradizionale serve per produrre un riso dal chicco stretto e lungo, mentre la macchina Amburgo, risalente al 1924, rifinoisce la qualità japonica. Non essendo aggressivo, il processo garantisce l’uniformità dei chicchi e riduce al minimo la probabilità di rottura del chicco stesso. Per raggiungere questo obiettivo viene utilizzato anche un selezionatore ottico che elimina i chicchi imperfetti dal punto di vista della forma o del colore.
Il separatore Paddy e la sbiancatrice Amburgo, in conclusione, sfruttano tecnologie tradizionali e moderne che rappresentano una vera e propria garanzia di qualità. All’interno della riseria, il prodotto finito e raffinato viene anche confezionato. Riso Rizzotti ha scelto di realizzare a mano il confezionamento nei vari package per mantenere alto il livello di qualità e cura del prodotto finito. Anche in questo caso, l’introduzione di tecnologie all’avanguardia ha permesso di diminuire i processi di ossidazione e la proliferazione della flora batteria e di altri microorganismi del riso.

Una volta aperto, perciò, il prodotto sarà meno soggetto a deterioramento. In conclusione, tutti i processi effettuati all’interno della nuova riseria Rizzotti sono fondamentali per produrre un riso di prima qualità, originale, integro e con un colore perfetto.

Utilizzando il sito accetti implicitamente l'uso dei cookie per migliorare la navigazione e mostrare contenuti in linea con le tue preferenze.